• Pancetta a Firenze

    Pancetta o rigatino, il sapore è sopraffino

  • Un sapore inconfondibile e un gusto eccellente

    Un sapore inconfondibile e un gusto eccellente

    La pancetta, a Firenze, viene chiamata rigatino e costituisce la parte più grassa dell'animale, con la conseguenza di possedere un sapore inconfondibile e un gusto eccellente. Il rigatino si ottiene con la parte centrale del maiale, quella che si trova in mezzo fra la spalla e il prosciutto. Possiede una caratteristica forma rettangolare dello spessore di circa quattro o cinque centimetri e viene messo sotto sale dopo averlo accuratamente spalmato e massaggiato con polpa di aglio ed impepata. Rimane così per circa sette giorni, al termine dei quali viene tolto il sale e il rigatino lavato, per essere quindi appeso ad asciugare e stagionare per svariati mesi. Che lo conosciate come rigatino o pancetta, a Firenze potete trovarlo nella macelleria Frittelli, ed è l'ideale per farcire gustosi panini da portarsi in gita o da gustare mentre si passeggia per le vie della nostra meravigliosa città. In alternativa, la pancetta può essere impiegata per una colazione all'inglese, insieme alle uova strapazzate, per fare scorta delle energie necessarie per affrontare la giornata. Oppure un classico impiego della pancetta in cucina è quello di ripieno o di foderatura degli arrosti: in questo modo il grasso, sciogliendosi, conferisce alle carni un sapore deciso, mentre la parte magra diventa croccante e ancor più saporita. Fatta a dadini, la pancetta può anche essere impiegata come condimento per la pasta (in preparazioni come la Carbonara o l'Amatriciana, dove può sostituire il guanciale), come accompagnamento per patate al forno o nella farcitura di torte salate. La pancetta è quindi un ingrediente utile in molte preparazioni, alle quali darà sempre quel tocco di sapore in più.