• Macelleria Frittelli a Firenze

    Macelleria Frittelli a Firenze

    Da più di un secolo sinonimo di qualità

    La macelleria Frittelli viene fondata da Domenico Frittelli nel 1850 all'interno del mattatoio, dove la carne macellata doveva essere venduta in due o tre giorni al massimo a causa della mancanza di celle frigorifere in cui conservarla. Quello che veniva considerata una ghiacciaia in cui conservare le carni era una stanza in cui venivano collocate delle stanghe di ghiaccio per conservare il più a lungo possibile le carni avanzate dalla vendita. La tradizione di famiglia prosegue per quasi un secolo, tramandandosi di padre in figlio senza grandi cambiamenti. I primi mutamenti di rilievo iniziano nella prima metà del Novecento. Durante quel periodo vengono introdotte le prime bilance ad ago e i primi tritacarne elettrici, il cui utilizzo comportava un notevole risparmio di tempo e di energia. Questi attrezzi erano utili, oltre che per il loro impiego nella bottega, anche per la lavorazione dei suini che all'epoca aveva inizio in occasione di Ognissanti e terminava nel periodo carnevalesco. Da Carnevale all'Ognissanti successivo non si usava consumare carne di suino e quindi i maiali non facevano parte del programma di macellazione. Tutto cambia radicalmente dopo la Seconda Guerra Mondiale: con l'introduzione della meccanizzazione mutano le esigenze alimentari della popolazione, per cui i vecchi suini di cinta senese vengono soppiantatati dai nuovi maiali bianchi geneticamente molto più magri.

  • Tempi moderni, antichi sapori

    Tempi moderni, antichi sapori

    Successivamente, con un ulteriore incremento della meccanizzazione, i vecchi lavori di impastatura della carne a mano vengono sostituiti da una impastatrice che consente di risparmiare notevoli energie ai "norcini" con risultati decisamente migliori. Ma al mutamento della modalità di lavorazione, corrisponde un'invariata qualità della carne di suino. Ancora oggi i maiali della macelleria Frittelli vengono alimentati con materie prime naturali e di prima scelta: granturco, orzo, soia, crusca, tritello, nucleo 3%, permettendoci di ottenere un prodotto molto vicino agli antichi sapori. Nella nostra bottega, grazie l'esperienza maturata negli anni, abbiamo deciso di utilizzare carne di Vitellone della razza più pregiata al mondo, ovvero l'italianissima razza Piemontese, che possiede proprietà organolettiche superiori a tutte le altre. Inoltre si differenzia dalle altre carni per la bassissima presenza di grasso nei muscoli: dallo 0,5% al 1% contro il 3% delle altre razze bovine. In questo modo possiamo garantire quella qualità e quella sicurezza così apprezzate dai nostri clienti.